Vai alla sezione "INFOBANDI" di CSVnet


 

Altri bandi: 

   

  • Regione Abruzzo - Sociale - Bando per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per la realizzazione di attività di interesse generale di cui all'art. 5 del Codice del Terzo Settore - scadenza 31 maggio 2018

È stato pubblicato il bando per il finanziamento di iniziative e progetti promossi in ambito sociale (art. 5 del Codice del terzo settore) da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale iscritte, nelle more dell’operatività del registro unico nazionale del Terzo settore, nel registro delle organizzazioni di volontariato e nel registro delle associazioni di promozione sociale della Regione Abruzzo. Il requisito dell’iscrizione dovrà essere posseduto alla data di pubblicazione dell’avviso.

I progetti e le iniziative da finanziare dovranno concorrere al raggiungimento dei seguenti obiettivi generali: promuovere la salute e il benessere; promuovere un'educazione di qualità, equa ed inclusiva; promuovere una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile; promuovere le pari opportunità e contribuire alla riduzione delle disuguaglianze; promuovere società giuste, pacifiche ed inclusive; promuovere un'agricoltura sostenibile e responsabile socialmente.

Il finanziamento regionale complessivo richiesto per ciascuna iniziativa o progetto, non potrà essere inferiore a 20mila euro né superare l'importo di 90mila euro. La quota di finanziamento regionale, a pena di esclusione, non potrà superare il 90% del costo totale del progetto approvato.

Il plafond messo a disposizione dalla Regione Abruzzo è di circa 800mila euro. La restante quota parte del costo complessivo approvato (cofinanziamento), pari almeno al 10%, sia che trattasi di associazioni di promozione sociale sia di organizzazioni di volontariato (anche in partenariato tra loro), sarà a carico dei soggetti proponenti, i quali potranno avvalersi anche di eventuali risorse finanziarie messe a disposizione da soggetti terzi, pubblici o privati.

Eventuali richieste di chiarimento relative al presente Avviso possono essere avanzate, a far data dal giorno successivo alla data di pubblicazione del medesimo ed entro e non oltre il 23/05/2018, esclusivamente attraverso questa piattaforma elettronica.

La presentazione delle iniziative o progetti dovrà avvenire tramite l'apposita procedura prevista all’indirizzo https://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici/terzo-settore-aprile-18 e dovrà essere utilizzata, a pena di esclusione, la modulistica allegata.

Scadenza: 31 maggio 2018

 

  • Fondazione San Zeno - Contributi Fondazione San Zeno - scadenza 30 giugno 2018

I percorsi sostenuti dalla Fondazione in ambito educativo ricoprono diverse attività, relative allo studio e alla formazione scolastica. Nello specifico: attività di sviluppo della didattica volte all’alfabetizzazione, all’inclusione e alla prevenzione della dispersione scolastica; progetti di formazione umana, inerenti al supporto sociale, psicologico, educativo di minori e adulti, sostegno al funzionamento delle strutture, alla costruzione degli edifici scolastici e dei centri formativi laddove si intravveda una programmaticità e sostenibilità futura del progetto educativo.
I percorsi sostenuti in quest’area riguardano attività di sostegno all’occupazione, quali tirocini, inserimenti lavorativi e corsi di formazione professionale, volti a fornire non solo competenze tecniche ed organizzative, ma umane e relazionali necessarie per inserirsi o reinserirsi nel mercato del lavoro. Si sono approfonditi percorsi portati avanti da enti ed associazioni che da anni operano con competenza ed attenzione alla persona, alla ricerca di modalità nuove e sempre più efficaci nel processo formativo. La fondazione ha dato particolare attenzione ad iniziative rivolte a persone in situazioni di difficoltà, donne vulnerabili, giovani drop-out o in condizione di privazione della libertà. Percorsi dove il lavoro diventa strumento di prevenzione del disagio sociale, di reinserimento, di costruzione dell’autonomia individuale.

Fondazione San Zeno accoglie con gli stessi criteri e attenzione nuove proposte progettuali, privilegiando quelle che intraprendono iniziative:
- di educazione e lavoro,;
- di durata pluriennale; 
- sviluppate in contesti geografici dove Fondazione San Zeno è già presente; 
- presentate da enti con almeno due anni di esperienza.

Scadenza: 30 giugno 2018

Vai al Sito della Fondazione per presentare il Progetto

 

  • Banco Informatico Tecnologico e Biomedico (BITeB) - scadenza aperta

Il Banco Informatico Tecnologico e Biomedico ritira PC e stampanti usati da società donatrici per poi rigenerarli e distribuirli alle associazioni no profit che ne fanno richiesta dopo essersi accreditate tramite il modulo online presente nel sito "registrati per ricevere" sul sito.

Grazie alla generosità delle società donatrici che si sono registrate tramite il modulo online presente nel sito "registrati per donare", consegnando i loro PC e Stampanti a BITeB, che una volta ricondizionati, li mette a disposizione delle associazioni No Profit per progetti sociali. 

Possono presentare domanda tutte le organizzazioni non profit (Onlus, enti educativi e formativi, opere sociali e di carità), con sede in Italia o all'estero.

Vai al Sito del BITeB

 

  • Finanziamenti Fondazione Cattolica Assicurazioni - scadenza aperta

La Fondazione Cattolica Assicurazioni intende rispondere ai bisogni sociali più sentiti del territorio, approfondendo e valutando nuove idee sostenibili riguardo attività di risposta ai seguenti bisogni: famiglia; anziani; disabilità; nuove povertà; inserimento lavorativo.
Le proposte dovranno rispondere ai seguenti criteri: essere rivolte al territorio italiano; coinvolgere la comunità locale; raggiungere l'autonomia economica e finanziaria in breve tempo. Sono esclusi progetti d'intervento su immobili.
È richiesto un autofinanziamento almeno del 50%. La Fondazione erogherà un contributo non superiore a 30.000 euro.

Vai al Sito della Fondazione

 

  • Fondazione Marcegaglia Onlus - scadenza aperta

Per conseguire gli obiettivi di mission, queste sono le modalità operative:
- Fondazione Marcegaglia lavora secondo una logica di rete e crea partnership; partecipa alla progettazione di interventi di solidarietà e sviluppo insieme a organizzazioni partner locali, altre organizzazioni non profit italiane o straniere (scelte secondo i parametri e gli standard indicati nelle linee guida), realtà del mondo profit ed enti pubblici;
- a discrezione del Consiglio di Amministrazione, può indire bandi annuali a sostegno di cause o temi sociali scelti secondo i criteri dell'emergenza o dei bisogni rilevati; le organizzazioni beneficiarie saranno scelte secondo i parametri e gli standard indicati in linee guida create ad hoc.

In Italia l'impegno della Fondazione è rivolto a combattere l'emarginazione sociale e le nuove povertà, con una particolare attenzione alle donne e al loro ruolo nella società.
All'estero la Fondazione partecipa alla realizzazione di progetti di cooperazione internazionale per consentire lo sviluppo economico e sociale delle aree più povere del pianeta.

Vai al Sito della Fondazione Marcegaglia

 

  • Finanziamenti Enel Cuore - scadenza aperta

Enel Cuore opera nell'ambito dell'assistenza sociale e socio-sanitaria, a sostegno dell'educazione, dello sport e della socializzazione, con particolare riguardo verso i bambini, gli anziani, le persone con disabilità.
Insieme a istituzioni, enti, associazioni e al mondo della partecipazione attiva, con i quali stabilisce un rapporto di partenariato, la Onlus di Enel promuove, in Italia e all'estero, iniziative tangibili e concrete, durature nel tempo e misurabili, caratterizzate da urgenza e gravità.
I benefici dell'intervento devono arrivare direttamente ai soggetti svantaggiati e alle loro famiglie.

Enel Cuore si preoccupa dell'hardware dei progetti attraverso interventi strutturali, come la realizzazione o la riqualificazione dei centri di assistenza, case di accoglienza, e scuole; provvede inoltre all'acquisto di attrezzature essenziali per la salute e il benessere psico-fisico delle persone portatrici di handicap e di coloro che sono affetti da patologie complesse.

Beneficiari: Associazioni, enti ed istituzioni, pubbliche e private, nazionali e internazionali, la cui attività sia rivolta, direttamente o indirettamente, al perseguimento di finalità analoghe a quelle dell'associazione Enel Cuore Onlus.

Vai sul Sito della Fondazione Enel Cuore

 

  • Finanziamenti Fondazione Prosolidar - scadenza aperta

Prosolidar contribuisce alla realizzazione di progetti di solidarietà promossi da organizzazioni non profit sostenendo, tra l'altro, interventi strutturali e infrastrutturali per dar vita ad iniziative misurabili e durature nel tempo.
In tale ottica, Prosolidar opera senza prefissarsi specifici percorsi tematici né aree geografiche preferenziali per la propria azione: questa caratteristica ha consentito, sino ad oggi, di sostenere iniziative nel campo della solidarietà intesa nel suo più ampio significato anche in aiuto di piccole organizzazioni troppo spesso fuori dal grande giro del "no profit".

Vai sul Sito della Fondazione per i Documenti

 

  • Finanziamenti Fondazione Charlemagne - scadenza aperta

La Fondazione Charlemagne finanzia progetti rivolti a donne, uomini e bambini in condizioni di disagio, di negata dignità, di emarginazione sociale e civile.
DESCRIZIONE:
Lo Statuto della Fondazione è stato pensato per garantire massima libertà di intervento e di adattamento al mutare dei bisogni della società e del Terzo Settore, mantenendo centrale l'obiettivo di garantire dignità alla persona.
La Fondazione agisce prevalentemente in Italia, ma accoglie anche iniziative in paesi terzi. Aree di intervento privilegiate sono: il rafforzamento del volontariato; il contrasto alla povertà; la tutela e promozione dei diritti sociali  e civili; la tutela della salute; l'accesso all'acqua; il sostegno all'educazione e formazione; lo sviluppo socio-economico.
TERMINI E MODALITA':
Per presentare una proposta occorre scaricare il formulario, compilarlo e inviarlo a info@fondazionecharlemagne.org
Non ci sono scadenze per la partecipazione.

Scarica il Formulario

Per informazioni:
Fondazione Italiana Charlemagne Onlus
Email: info@fondazionecharlemagne.org  – Tel./Fax +39 06 85356012


  • Ministero dello Sviluppo: Bando Smart & Start  -  scadenza aperta

SOGGETTI AMMESSI
Start-up innovative di piccola dimensione già iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese. Per start-up innovative si intendono le imprese che rispondono a precisi requisiti di legge tra cui:
– società di capitali costituite da non più di 48 mesi;
– che offrono prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico;
– con valore della produzione fino a 5 milioni di euro. (per i dettagli sui requisiti vedi Art. 25 del DL n.179/2012)
Team di persone fisiche che intendono costituire una start-up innovativa in Italia, anche se residenti all’estero o di nazionalità straniera.

DESCRIZIONE
Produzione di beni ed erogazione di servizi, che:
– si caratterizzano per il forte contenuto tecnologico e innovativo e/o
– si qualificano come prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale e/o
– si basano sulla valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica e privata (spin off da ricerca).
N.B. Sono escluse le attività di produzione primaria dei prodotti agricoli.
Il bando finanzia progetti che prevedono programmi di spesa, di importo compreso tra 100 mila e 1,5 milioni di euro, per beni di investimento e/o per costi di gestione. Tra le principali voci di spesa ammissibili:
– per gli investimenti: impianti, macchinari e attrezzature tecnologiche; componenti HW e SW; brevetti, licenze, knowhow; consulenze specialistiche tecnologiche;
– per la gestione: personale dipendente e collaboratori; licenze e diritti per titoli di proprietà industriale; servizi di accelerazione; canoni di leasing; interessi su finanziamenti esterni. Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda ed entro i 2 anni successivi alla stipula del contratto di finanziamento.
Un mutuo senza interessi, il cui valore può arrivare:
– fino all’80% delle spese ammissibili (max € 1.200.000), nel caso in cui la start-up abbia una compagine costituita da giovani e/o donne o abbia tra i soci un dottore di ricerca che rientra dall’estero.
– fino al 70% delle spese ammissibili (max € 1.050.000) negli altri casi. Una quota a fondo perduto per le start-up localizzate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia e nel territorio del Cratere Sismico Aquilano che restituiscono solo l’80% del mutuo agevolato ricevuto. Le start-up costituite da meno di 12 mesi beneficiano di servizi di tutoring tecnico-gestionale. I servizi di tutoring, individuati in base alle caratteristiche delle start-up, sono finalizzati a sostenere la fase di avvio. Si tratta di servizi specialistici (pianificazione finanziaria, marketing, organizzazione, gestione dell’innovazione, altro) che possono includere anche scambi con realtà di rilievo internazionale.

TERMINI E MODALITÀ: Senza scadenza

MAGGIORI INFORMAZIONI
http://www.smartstart.invitalia.it/site/smart/home.html

Cuore Volontario

La rivista del non-profit

Dicembre 2017
IN UNA CROCE LA SALVEZZA DI TANTI

Guardali tutti

Seguici su FB

Area Riservata

Vuoi accedere alla tua area riservata? Entra con le credenziali di cui sei in possesso.